L'INTERVENTO DELLA REGIONE PER LA CATTEDRALE DI MATERA

26.02.2016 ore 20:08

Quattro milioni di euro derivanti dal Po-Fesr 2007/2013 nell'ambito dell'Asse IV "Beni culturali e naturali"

Stampa
AGR Scheda progetto del Po-Fesr 2007/2013

Autorità di gestione: Antonio Bernardo

Titolo operazione

Completamento lavori di consolidamento e restauro della Cattedrale di Santa Maria della Bruna di Matera

Asse 4 "beni culturali e naturali"

Linea di Intervento IV.1.1.A

Importo 4 milioni di euro

Obiettivi del progetto

L’intervento sostiene la destagionalizzazione dei flussi turistici in quanto la fruizione di tali beni non è limitata dal punto di vista temporale e va ad integrarsi con le offerte dversificate che caratterizzano le aree limitrofe, come quella del Metapontino che beneficia soprattutto di un turismo balneare. L’ambito di intervento è inserito in un itinerario già esistente ad intensa frequentazione turistica, di cui la Cattedrale è sicuramente un capisaldo.

Breve descrizione del progetto

Due gli interventi che hanno interessato la cattedrale di Matera ubicata nella civita, sull'altura a cavallo dei due Sassi, dove anticamente sorgeva la chiesa di Sant'Eustachio. Il primo ha interessato il rifacimento dei tetti, il consolidamento delle volte, il restauro di intonaci e stucchi interni, il rifacimento degli impianti; il secondo, invece, il restauro dei paramenti esterni del tiburio e dei transetti, il consolidamento imposta archi navate, il restauro dell'organo degli anni ’50, l'impianto di illuminazione delle cappelle affrescate, l'arredo area presbiteriale, cappella del sacramento, aula e sacrestia feriale.

Gli interventi sono stati realizzati con materiali naturali quindi totalmente ecosostenibil L’intervento avrà un particolare rispetto per l’ambiente praticando un risparmio energetico dovuto alla coibentazione dei tetti, alla realizzazione di un impianto di riscaldamento, l’utilizzo di lampade a risparmio energetico. Il soggetto attuatore è stato l'Arcidiocesi Matera-Irsina.

Risultati ottenuti

Con il completamento della Cattedrale e quindi la possibilità di visita della stessa, si incrementerà l’offerta turistica in quanto il monumento presenta un elevato valore architettonico ed artistico oltre che religioso; essa costituisce, inoltre, il punto nodale di un circuito religioso prettamente mariano che comprende le chiese dei Sassi e quelle rupestri. Essa, con la sua millenaria storia, rappresenta uno degli attrattori turistici fondamentali per quel che riguarda il percorso di “Matera Capitale Europea della Cultura 2019”. la riapertura del monumento sia per finalità di culto si turistiche dopo 10 anni consentirà una maggiore fruizione del bene sia per disabili (è stata realizzata una rampa per il superamento delle barriere architettoniche) sia ai visitatori durante il periodo invernale essendo stato realizzato un impianto di riscaldamento a pavimento.

bas04

Cerca una notizia

Per data di pubblicazione [gg/mm/aaaa]

Ordina dal

Cerca nell'archivio