EMIGRANTI ITALIANI: VERSO LA CONFERENZA STATO-REGIONI-PA-CGIE

punti apici 11.06.2018 ore 17:02
AGR
AGR Si è tenuto a Roma nei giorni scorsi il tavolo tecnico preparatorio della Conferenza Permanente Stato-Regioni-PA-CGIE, a cui ha partecipato nelle sue funzioni di Coordinatore nazionale delle Consulte e Commissioni regionali, Luigi Scaglione.

“Al centro della discussione – rileva Luigi Scaglione - l’analisi delle politiche in difesa degli emigrati italiani, vecchi e nuovi, ma anche le opportunità che potrebbero svilupparsi per il sistema Paese da nuove politiche di controesodo (di giovani e di anziani fuggiti all’estero anche per motivi fiscali) e nel mettere in campo politiche vere nei settori della promozione e del turismo di ritorno. E tra gli esempi più calzanti, in questa direzione, sono stati citate proprio le positive esperienze lucane da ipotizzare come condivisione con le altre regioni.

Dagli sportelli a costo zero nelle nostre sedi delle Federazioni dei Lucani nel Mondo, alla disposizione sul turismo di ritorno che non solo nella visione Matera-Basilicata 2019 ma anche in quella di una dinamica di scambi e gemellaggi, ha gia prodotto i suoi effetti positivi con i gruppi dei lucani di origine che arrivano costantemente dai Paesi sudamericani in particolare ma anche dal Nord Europa. E su questo – ha concluso Scaglione – contiamo di tenere vivo e forte il legame con le altre Regioni Italiane”.

Gli argomenti definiti e sui quali cominceranno a lavorare apposite commissioni operative nei prossimi mesi ed a seguito dell'Assemblea Plenaria in programma dal 2 al 6 Luglio 2018 a Roma (anche qui ci sarà indicata la data precisa della discussione non potendo partecipare tutti o un nostro delegato a tutti i giorni dei lavori) sono:

1) Nuova mobilità (Informazione e formazione, sportello congiunto doi tutte le Regioni nei punti strategici del mondo, controesodo esteso fino alla categoria dei pensionati);

2) Internazionalizzazione del sistema Paese e turismo di ritorno;

3) Creazione di un organismo di coordinamento nazionale delle Regioni nella definizione dei rapporti con gli Italiani all'Estero ed il suoi associazionismo;

4) Servizi sanitari in Italia e all'estero (disparità di trattamento socio/economico), fiscalità, patrimonio immobiliare e rete consolare;

5) Promozione della cultura e della lingua Italiana.

“Come si noterà – precisa Scaglione nella nota illustrativa alle Consulte regionali - gli argomenti centrali riguardano un protagonismo forte delle Regioni ed una esigenza, improcrastinabile di fare sintesi e cooperare, nei nostri interventi all'Estero, se si ha la capacità e la forza di guardare oltre il nostro singolo elemento associativo.

Da qui l'esigenza di promuovere, quanto prima, un incontro con gli organi dirigenti della Conferenza delle Regioni che mi auguro ci veda tutti partecipi e solidali ed al tenpo stesso di immaginare la individuazione di singoli dirigenti, funzionari o rappresentanti regionali, disponibili a lavorare ai singoli temi”.

All'incontro erano anche presenti tutti i dirigenti e funzionari del Mae (Vignali, Inserra. Zago e Calcavaterra), Manfredi Nulli e Carlo Ciofi per la Commissione Tecnica ed i dirigenti della Presidenza del Consiglio del Consigliere Diplomatico e del Ministero degli Affari Regionali.

E' intervenuto via telefono il Segretario Generale Michele Schiavone che ha anche annunciato che l’Assemblea Plenaria del prossimo Autunno, dovrebbe tenersi il 19 Novembre 2018 a Matera in apertura dunque dell’anno Europeo della Cultura ed il coinvolgimento promozionale di tutti i componenti mondiali del CGIE con il benestare del Ministero degli Affari Esteri.

Bas 05

Cerca una notizia

Per data di pubblicazione [gg/mm/aaaa]

Ordina dal

Cerca nell'archivio