A MATERA IL 13 FEBBRAIO IL CONCERTO "PAROLE DI CARTONE"

punti apici 09.02.2019 ore 10:31
BAS
BAS L' Orchestra Magna Grecia porta in scena storie di migranti con le memorie e le musiche della popolazione siciliana. il concerto “Parole di cartone”, per la stagione “Matera in Musica” si terrà mercoledì prossimo 13 febbraio nell’auditorium Gervasio alle ore 21.

“Parole di cartone” - evidenziano i promotori dell'iniziativa - è un progetto corale sulla fratellanza tra i popoli scritto e musicato da Mario Incudine su testi di Mariangela Vacanti, abbracciato dalla voce di Moni Ovadia e dall’attrice Annalisa Canfora. I racconti di migranti siciliani si susseguono e si affiancano alle storie di vita degli immigrati di pelle nera che oggi arrivano sulle coste siciliane. Una migrazione che accomuna, sguardi da Palermo a Tunisi, da New York a Baghdad. L’unica strada percorribile tracciata per le “anime migranti” di ogni tempo è la fratellanza. Riflessione ma anche sorrisi tra musica e recitazione, canti e cunti, i risvolti seri e umoristici della migrazione. La saggezza del popolo è trasformata in romanza, trasportati da un menestrello che racconta storie.

Il programma della serata parte dal grido di un naufrago africano che invoca la morte in mare piuttosto che il rimpatrio in Salina.

La musica popolare, quella che i nonni hanno portato Oltreoceano e quella che ancora vive dentro i racconti di chi è rimasto da questa parte del mare è il filo conduttore di questo viaggio che parte dalla Sicilia: da quest’isola si alza un canto a più voci per raccontare il nostro tempo, come un’unica bandiera per la pace e l’amore tra i popoli. C’era una Sicilia che ha visto partire, c’è una Sicilia che vede arrivare. Questa è la Sicilia che si è messa a cantare".

Cerca una notizia

Per data di pubblicazione [gg/mm/aaaa]

Ordina dal

Cerca nell'archivio