FONDO ARTIGIANATO, LETTERELLI (UIL): “SBLOCCARE SITUAZIONE”

punti apici 12.02.2019 ore 18:01
BAS
BAS “La situazione dell’articolazione Regionale di Fondo Artigianato è completamente bloccata da due anni circa e nonostante da un anno sono scaduti i termini per il rinnovo della stessa articolazione ad oggi mancano ancora le designazioni da parte delle associazioni datoriali istitutive del fondo Regionale”. È quanto si legge in una nota della Uil.

“In questi ultimi anni non essendo stata programmata nessuna azione di Promozione di Monitoraggio ed infine progetti di fabbisogni formativi, il risultato non poteva che essere negativo; infatti le aziende aderenti in Basilicata al Fondo da 880 del 2014 sono scese a 652 al 31 Dicembre del 2018, con un decremento dei lavoratori dipendenti da 2134 a 1766”. Ad affermarlo è Giovanni Letterelli, componente UIL Fondo Artigianato Basilicata. Il Fondo artigianato formazione (in breve Fondo artigianato) è il Fondo Interprofessionale per la Formazione Continua previsto dalla legge 388/2000, con la quale si delega ad Enti di natura privatistica, costituiti dalle parti sociali, la gestione dei contributi versati dalle aziende per la formazione e l'aggiornamento dei propri dipendenti da Confartigianato, Cna, CasaArtigiani, Claai, Cgil, Cisl, Uil.

Il Fondo Artigianato Formazione nasce per sostenere e diffondere la cultura della formazione continua; per promuovere e realizzare in modo più adeguato ed efficace piani formativi per l'azienda, il territorio, il settore; per favorire la competitività delle imprese; per valorizzare le risorse umane. La formazione continua costituisce infatti il fattore determinante per il miglioramento delle funzioni strategiche funzionali a gestire il cambiamento, l'innovazione organizzativa dell'impresa e l'adeguamento delle sue strategie commerciali, il consolidamento della sua presenza sul mercato, nonchè la crescita delle competenze dei lavoratori e delle loro prospettive professionali. L’auspicio – evidenzia il dirigente della Uil - è che le parti interessate si attivino da subito per rinnovare gli organismi e poter avviare tutte le iniziative tese a migliorare l’azione formativa da offrire alle aziende artigiane della nostra Regione. Letterelli riferisce inoltre che si è svolto a Roma un seminario nazionale di Fondo Artigianato, nel corso del quale sono Stati trattati temi come “il nuovo regolamento Europeo in materia di trattamento dei dati personali ,“il modello Organizzativo ex D.lgs. 231/2001” e le linee strategiche dell’attività del fondo per il triennio 2019/2021 a cura del presidente F. Bezzi eletto nello scorso mese di Novembre 2018. Il dato delle adesioni a livello Nazionale nonostante sia in calo vede la presenza di 153.000 Aziende con 580.000 lavoratori. Il nuovo Consiglio di Amministrazione ha comunicato i primi orientamenti sulla nuova programmazione dell’offerta formativa di Fondartigianato2019/2020 che è pari ad un ammontare di 30 ml di euro, più 2 derivanti da residui da rendiconto. Relativamente alla tempistica, partendo dall’obbiettivo di porre la prima scadenza della nuova programmazione in continuità con l’ultima della precedente e, pertanto; condividendo l’ipotesi di avere un termine di presentazione a fine Luglio 2019”.

Cerca una notizia

Per data di pubblicazione [gg/mm/aaaa]

Ordina dal

Cerca nell'archivio