Bando della Ricerca Finalizzata per il Triennio 2017-2019

Segnala ad un amico stampa

23/11/2017

SINTESI DELLE OPPORTUNITA’ OFFERTE DAL BANDO RF 2017-2019

Nel caso specifico dei progetti presentati dai ricercatori appartenenti al SSR della Basilicata, la Regione, per il tramite del Dipartimento Politiche della Persona, raccomanda ai partecipanti al bando di scegliere, compatibilmente con le finalità indicate dal Ministero della Salute sotto indicate da 1) a 5), progetti rispondenti alle esigenze del livello del territorio di riferimento e alle funzioni interregionali da assicurare prioritariamente:
      

  1. sviluppare procedure altamente innovative e nuove conoscenze utili al miglioramento delle opportunità di prevenzione, diagnosi, trattamento, riabilitazione anche attraverso studi e sperimentazioni di carattere clinico (progetti finalizzati all’acquisizione di nuove conoscenze; "theory enhancing”, Biomedici);
  2.  valutare la sicurezza, efficacia, costo-efficacia, di trattamenti/tecnologie/interventi sanitari per cui sussistano significativi margini di incertezza relativamente agli aspetti menzionati, anche con studi clinici di fase 3 e 4 (ricerca applicata -“change promoting”- “clinico –assistenziali”);
  3. valutare i fattori professionali organizzativi e di sistema che condizionano efficacia ed efficienza dei servizi sanitari e/o l’impatto sulla qualità di innovazioni cliniche, organizzative, gestionali e di finanziamento; sviluppo e applicazione di metodologie e strumenti per migliorare la comunicazione con i cittadini e promuoverne la partecipazione; studi finalizzati ad analizzare i bisogni assistenziali delle fasce sociali più deboli sotto il profilo sociale ed economico e le risposte assistenziali dei servizi (ricerca applicata – “change –promoting”- clinico assistenziali);
  4. sviluppare studi rilevanti per la sicurezza alimentare e il benessere animale (ricerca applicata – “change-promoting” o progetti finalizzati all’acquisizione di nuove conoscenze – “Thheory.enhancing”);
  5.  sviluppare studi rilevanti sulle patologie di origine ambientale, sulla sicurezza negli ambienti di lavoro e sulle patologie occupazionali (ricerca applicata – “change-promoting” o progetti finalizzati all’acquisizione di nuove conoscenze – “theory-enhancing”). Delle risorse disponibili almeno il 50% è riservato a progetti di ricerca “change promoting”; le restanti risorse a progetti di ricerca “theory enhancing”.

Delle risorse disponibili almeno il 50% è riservato a progetti di ricerca “change promoting”; le restanti risorse a progetti di ricerca “theory enhancing”.
 
E’ opportuno evidenziare, infine, che il nuovo Bando di RF 2017-2019 offre due importanti opportunità alla nostra Regione:

  • La prima è rappresentata dalla tipologia “Progetti di rete” – NET. Questa garantisce alla Regione, (quale Destinatario Istituzionale) l’autonomia di individuare e promuovere, in coerenza con il Programma di Ricerca Sanitaria nazionale, il PRSN e con gli obiettivi-finalità della ricerca posti a base del nuovo bando in esame, le aree tematiche più pertinenti ai bisogni sanitari del territorio, nei quali presentare o promuovere i progetti di rete più rilevanti sia per gli stessi territori di riferimento che per le altre aree regionali affini – In allegato le aree tematiche per i programmi di rete della Regione Basilicata.
  • La seconda, invece, la tipologia Progettuale, “Starting grant”, si rivolge ai giovani ricercatori (con età inferiore a 33) offrendo loro borse di studio (un finanziamento per l’esecuzione di un progetto di durata triennale di € 130.000,00) a supporto dello svolgimento di un progetto approvato e, nel contempo, promuove l’ingresso di una nuova generazione di ricercatori, di nuove idee ed energia che, nel caso specifico della nostra Regione potrebbe costituire una valida premessa per promuovere fra gli attori referenti del Sistema Sanitario regionale, la costruzione di un quadro ragionato di opportunità giuridico economiche dedicate alla ricerca sanitaria, con particolare riguardo ai fabbisogni di ricerca sanitaria della Basilicata ed ai progetti di ricerca realizzati con successo, verso cui indirizzare gli operatori del sistema sanitario regionale, ed in particolare gli stessi giovani ricercatori ( affiancandoli nelle fasi di progettazione, candidatura e realizzazione di qualificate azioni di ricerca).
 

Primo Piano