Sviluppo Rurale

stampa
Sulla base della metodologia adottata dal Piano Strategico Nazionale, conformemente alle indicazioni comunitarie, la Basilicata è stata classificata interamente “rurale” comprendendo la montagna e la collina all’interno delle aree rurali con problemi complessivi di sviluppo, mentre la pianura è stata ricompresa nella tipologia identificativa aree rurali ad agricoltura intensiva specializzata.
Osservando la realtà regionale, e nonostante la presenza di vocazionalità produttive differenziate, e dinamiche economico-sociali che condizionano lo sviluppo regionale con modalità disomogenee, emerge con chiarezza la trasversalità del tematismo ambiente che, in virtù delle caratteristiche del territorio, interessa tutte le aree se pur con peculiarità diversificate a seconda della localizzazione delle aziende e dei processi produttivi.
Le politiche regionali attraverso l’attuazione del Piano di Sviluppo Rurale (PSR) puntano su tre obiettivi generali:
1. accrescere la competitività del settore agricolo forestale
2. migliorare l’ambiente e lo spazio rurale, sostenendo la gestione e la tutela del territorio
3. diversificare le attività agricole e migliorare la qualità della vita nelle aree rurali
al fine di avviare quei processi di lunga durata che garantiscano nel tempo uno sviluppo sostenibile adeguato del settore.