DEVINCENZIS (MONTALBANO CITTÀ FUTURA) SU EMERGENZA AGRICOLTURA

punti apici 11.01.2017 ore 18:51
AGR
AGR “Pagare 15 milioni di euro al consorzio di bonifica di Bradano e Metaponto su contributo EIPLI al posto degli agricoltori significa fare il proprio dovere di consiglieri regionali, se veramente si vuole bene al mondo agricolo, ragionando su fatti concreti e immediati e cancellando la famigerata delibera 110/2013 voluta da Coldiretti e Cia, che nel 2013 governavano il Consorzio di Bonifica. Non è una polemica verso le organizzazioni, ma un monito per la modifica di quelle scelte politico-sindacali in capo al presidente ed al vice presidente del consorzio dell’epoca”. Lo afferma, in un comunicato stampa, Enzo Devincenzis, Consigliere Comunale di Montalbano Città Futura.

“Ricordo – si legge nella nota - che gli agricoltori del Metapontino hanno un debito pregresso nei confronti del Consorzio di circa 750 euro per ettaro relativo agli anni 2011, 2012, 2014, 2015 e 2016, cui aggiungere i 50 euro per ettaro per gli anni successivi. Debito imposto illegittimamente, come recita il ricorso in opposizione del 2013 presentato dallo scrivente e dagli agricoltori; ricorso che ha avuto esito positivo. Bene ha fatto la Regione Basilicata a chiedere la dichiarazione di stato di calamità al governo nazionale, ma c’è da dire che le calamità sono regolate dalla legge 102/2004, con un fondo di solidarietà esiguo e per tutte le regioni d’Italia. Si aggiunge a ciò che le colture in pieno campo, soggette a polizza assicurativa per danni da forti nevicate, non possono essere ristorate dalla citata legge 102/2004, che può intervenire solo su danni alle strutture fino a concorrere all’importo del fondo di solidarietà nazionale, ripartito fra tutte le regioni d’Italia che hanno subito danni.

Nell’auspicare fortemente che lo stato intervenga, si chiede formalmente alla Giunta Regionale ed al Consiglio Regionale di Basilicata, di procedere alla cancellazione del contributo Ente Irrigazione del Consorzio di Bonifica, facendosi carico dei costi di accumulo e vettoriamento delle risorse idriche destinate all’agricoltura cosi come richiesti dall’Ente Irrigazione. Domani, 12.01.2015, a Scanzano Jonico alle ore 17.30, assemblea di sindaci e agricoltori su questo specifico tema di primaria importanza per il mondo agricolo”.

bas04

Cerca una notizia

Per data di pubblicazione [gg/mm/aaaa]

Ordina dal

Cerca nell'archivio