L'ASSEMBLEA DEI SOCI APPROVA IL BILANCIO DI ACQUEDOTTO LUCANO

punti apici 30.06.2020 ore 16:27
AGR
L'intervento di Rosa L'intervento di Rosa AGR L’Assemblea dei Soci di Acquedotto Lucano ha approvato oggi all’unanimità il bilancio al 31 dicembre 2019. Ai lavori dell’Assemblea hanno preso parte con oltre il 74 per cento della compagine sociale, l’Assessore all’Ambiente Gianni Rosa in rappresentanza della Regione Basilicata, i Comuni soci e l’Amministratore dell’Egrib, Canio Santarsiero.

La gestione dell’esercizio 2019 - si legge nella nota di Al - è stata caratterizzata da una serie di attività che hanno consentito di ridurre significativamente le perdite: il valore della produzione operativa ammonta complessivamente a 85.511.619 euro, con un incremento di 2.748.752 euro rispetto al 2018.

In particolare, i ricavi del 2019 (pari a 62.603.004 euro) presentano un incremento di 4.213.633 euro. Il margine operativo lordo (Mol) è stato di 11.354.376 euro, mentre il risultato prima delle imposte e degli oneri finanziari (Ebit) è stato positivo per 3.402.556. Dopo aver effettuato svalutazioni dei crediti, accantonamenti a fondi per rischi ed oneri finanziari, l’esercizio sociale registra una perdita di 417.536 euro, inferiore di circa 1 milione di euro rispetto all’esercizio precedente.

Nel corso dei lavori dell’Assemblea l’amministratore unico della Società, Giandomenico Marchese, ha illustrato le attività svolte e gli obiettivi raggiunti nel 2019, evidenziando l’impegno costante del gestore nel tendere al continuo miglioramento dell’efficacia ed efficienza nella gestione del servizio idrico integrato e a porre basi solide e reali per garantire all’intera comunità locale servizi adeguati e rafforzare il rapporto di fiducia con gli utenti.

“La sfida per il gestore e per tutti i soggetti istituzionali a vario titolo coinvolti nelle gestione della risorsa idrica – ha dichiarato Marchese – proseguirà verso la valorizzazione della stessa, per garantirne la continua disponibilità, la tutela dell’ambiente e l’impegno a migliorare la qualità dei servizi offerti agli utenti”.

L’amministratore unico di Acquedotto Lucano si è soffermato su altri eventi particolarmente rilevanti del 2019: tra questi, l’acquisizione di 6.200 nuove utenze (in aggiunta alle 1.600 già acquisite nel corso del 2018) a completamento dell’assunzione in gestione delle infrastrutture idropotabili dei disciolti consorzi di bonifica, l’intensificazione delle attività di riscossione dei crediti nei confronti degli utenti morosi ed il conseguimento delle certificazioni di qualità dell’acqua e delle procedure di gara.

“Obiettivo del gestore nel corso del 2020 è senz’altro il raggiungimento della gestione ottimale del servizio idrico integrato – ha continuato Marchese – a cui concorrerà la definizione della tariffa nel prossimo quadriennio finalizzata alla sostenibilità economica e finanziaria della gestione nel territorio regionale”.

“La Regione Basilicata conferma la fiducia ad Acquedotto Lucano a cui ha chiesto di essere più efficiente e di effettuare una politica di spending review per recuperare le diseconomie che determinano la difficile situazione finanziaria della Società. A tal proposito condivido il richiamo dell’amministratore Marchese ai sindaci affinché si impegnino a sanare i propri debiti nei confronti di Acquedotto per oltre 10 milioni di euro. Ognuno deve fare la propria parte affinché la Società possa assicurare un servizio migliore a costi sociali per un bene essenziale come è quello dell’acqua. Il bilancio 2019 di Acquedotto Lucano è di transizione tra una vecchia e nuova amministrazione regionale pertanto, in attuazione delle indicazioni fornite al gestore con apposita delibera di Giunta regionale, l’auspicio è di riscontrare nel corso del 2020 trend positivi di crescita e ottimizzazione del servizio”. Lo ha detto l'Assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa nel corso dell’Assemblea.

Cerca una notizia

Per data di pubblicazione [gg/mm/aaaa]

Ordina dal

Cerca nell'archivio