CUPPARO SU VISITA TAVARES (STELLANTIS) A MELFI

punti apici 21.01.2021 ore 15:51

“Riconoscimento della centralità dello stabilimento lucano”

AGR
L'assessore Cupparo L'assessore Cupparo AGR “La prima visita, dalla sua recente nomina, oggi, dell'amministratore delegato Stellantis Carlos Tavares, insieme al presidente John Elkann, allo stabilimento lucano di Melfi è di fatto il riconoscimento della centralità che assume la fabbrica lucana nella nuova strategia del Gruppo”. E’ il commento dell’assessore alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca, Francesco Cupparo, esprimendo, per conto dell’intero Governo regionale, “il ringraziamento al manager per l’attenzione mostrata per la più grande e importante realtà industriale della Basilicata. Il nostro auspicio è di consolidare la produzione di 500, Jeep Renegade e Compass, in particolare nei modelli elettrico ed ibrido, accrescere l'occupazione diretta e dell'indotto non solo a San Nicola di Melfi ma anche in altre aree e nuclei industriali, per far diventare Melfi il punto più avanzato dell'auto ‘del futuro’, ecologica, a basso consumo e moderna. Come abbiamo già dimostrato con la sottoscrizione del Contratto di Sviluppo firmato con Invitalia-Mise, per 136 milioni di euro, mettendo nostre risorse finanziarie (2 milioni) a sostegno del piano industriale per la produzione della Jeep Compass ICE, introducendo il modello PHEV (plug-in hybrid electric vehicle) – continua Cupparo – noi siamo disponibili ad accompagnare Stellantis in ogni programma di sviluppo industriale e quindi a continuare il percorso dei Contratti di Sviluppo. Un altro aspetto è la formazione-qualificazione del personale. Riteniamo non casuale la scelta operata dall’ex Fca, per la prima volta, di ‘accreditarsi’ al sistema formazione regionale e quindi di avviare un’azione di cooperazione nella quale puntiamo molto per i nostri giovani laureati e diplomati. Il nostro contributo è finalizzato a ridare centrale allo strategico settore dell’automotive in Italia perché a partire da Melfi si creino le condizioni e le opportunità non solo di salvaguardia di tutti gli stabilimenti italiani ex Fca ma di rilanciarne la produzione e l’occupazione”.

Cerca una notizia

Per data di pubblicazione [gg/mm/aaaa]

Ordina dal

Cerca nell'archivio