Tartufi

stampa

Ulteriori Approfondimenti

Tartufi

La Regione Basilicata con la L.R. del 27/03/1995 n. 35, pubblicata nel BUR 3 aprile 1995 n. 25, ha disciplinato la raccolta, coltivazione, conservazione e commercializzazione dei tartufi, nel rispetto dei principi fondamentali stabiliti dalla L. 16 dicembre 1985 n. 752 ed  allo scopo di perseguire la tutela del patrimonio tartuficolo regionale, lo sviluppo della tartuficoltura, la valorizzazione e la conservazione del prodotto destinato al consumo.

Specie di tartufi e periodi di raccolta autorizzati:
-
a) dal 1° ottobre al 31 dicembre: il Tuber magnatum Pico, detto volgarmente  tartufo bianco; 
-
b) dal 15 novembre al 15 marzo: il Tuber melanosporum Vittadini, detto volgarmente tartufo nero pregiato; 
-
c) dal 15 novembre al 15 marzo: il Tuber brumale var. moschatum De Ferry, detto volgarmente tartufo moscato; 
-
d) dal 1° maggio* al 30 novembre: il Tuber aestivum Vittadini, detto volgarmente tartufo d'estate o scorsone; 
-
e) dal 1° ottobre al 31 dicembre: il Tuber uncinatum Chatin, detto volgarmente tartufo uncinato; 
-
f) dal 1° gennaio al 15 marzo: il Tuber brumale Vittadini, detto volgarmente tartufo nero d'inverno o trifola nera; 
-
g) dal 15 gennaio al 30 aprile: il Tuber borchii Vittadini, detto volgarmente bianchetto o marzuolo; 
-
h) dal 1° settembre al 31 dicembre: il Tuber mascrosporum Vittadini, detto volgarmente tartufo nero liscio; 
-
i) dal 1° settembre al 31 gennaio: il Tuber mesentericum Vittadini, detto volgarmente nero ordinario.