Art. 11 L.R. 7/2013 Modifiche Della L.R. 1/2000.

Segnala ad un amico stampa

Art. 11
Modifiche della Legge Regionale 12 gennaio 2000, n. 1 e s.m.i. “Nuove norme per la promozione del volontariato - Abrogazione della L.R. n. 38/1993 e della L.R. n. 2/1997.”
1. Il comma 3 dell’art. 3 della Legge Regionale 12 gennaio 2000, n. 1 e s.m.i. “Nuove norme per la promozione del volontariato – Abrogazione della Legge Regionale n. 38/1993 e della Legge Regionale n. 2/1997” è così sostituito:

“3. Le organizzazioni di volontariato con sede legale e operanti nel territorio regionale da almeno 12 mesi in possesso dei requisiti previsti dall’art. 3 della legge 266/91, che intendano essere iscritti al Registro regionale delle organizzazioni di volontariato, devono presentare domanda al Presidente della Giunta regionale corredata dai seguenti documenti:
a) copia dell’atto costitutivo e statuto o accordo degli aderenti all’associazione;
b) indicazione nominativa dei soggetti che ricoprono cariche associative;
c) numero degli aderenti;
d) elenco del personale subordinato o autonomo del quale si avvale l’organizzazione;
e) elenco dei mezzi e delle strutture di proprietà e/o in uso da parte della organizzazione;
f) relazione dettagliata concernente il settore di attività e la descrizione sintetica dei programmi che si intendono attivare;
g) copia della copertura assicurativa dei propri associati di cui alla legge 266/91.
La domanda deve indicare i settori di attività per i quali si intende ottenere l’iscrizione.”
2. All’art. 3 comma 4 della Legge Regionale 12 gennaio 2000 n. 1 e s.m.i. le parole “della Giunta Regionale” sono sostituite dalle seguenti: “del dirigente regionale competente per materia”.
3. All’art. 3 comma 6 e comma 8 della Legge Regionale 12 gennaio 2000 n. 1 e s.m.i. le parole “La Giunta Regionale” sono sostituite dalle seguenti: “Il dirigente regionale competente per materia”.
4. Il comma 3 dell’art. 9 della Legge Regionale 12 gennaio 2000, n. 1 e s.m.i. è così sostituito:
“3. L’Assemblea regionale del volontariato si dota di un Ufficio di Presidenza e di un proprio autonomo regolamento in virtù del quale determina le proprie rappresentanze, rinnovabili ad ogni legislatura, individua e seleziona le sue politiche, realizza i suoi rapporti istituzionali.”
5. Il comma 1 dell’art. 14 della Legge Regionale 12 gennaio 2000, n. 1 e s.m.i. è così sostituito:
“1. L’Amministrazione Regionale e gli Enti Locali possono mettere a disposizione delle organizzazioni di volontariato iscritte al Registro regionale, anche in comodato gratuito, servizi, strutture mobili e immobili con vincolo di destinazione allo svolgimento delle attività di volontariato, secondo i criteri e le modalità previsti dalle vigenti disposizioni di legge”.