INTESA REGIONE – SINDACATI SU RIORGANIZZAZIONE AIAS POTENZA

punti apici 27.09.2010 ore 15:29

L’accordo prevede il rafforzamento dei servizi sul territorio e il mantenimento dei livelli occupazionali

AGR
AGR E’ stata sottoscritta oggi presso il Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità, l’intesa tra Regione Basilicata, rappresentata dall’assessore Martorano e dal dirigente generale Pietro Quinto, Asp, Asm e i sindacati Cgil Fp – Cisl Fp – Uil Fpl e Fials, finalizzata alla riorganizzazione del Centro Aias Onlus di Potenza.

“L’accordo – ha dichiarato l’assessore Attilio Martorano - giunge alla fine di una lunga ed estenuante trattativa e prevede, in primo luogo, il rafforzamento sul territorio dei servizi offerti agli utenti, in gran parte minori affetti da gravi disabilità. Anche le famiglie trarranno benefici dalla riorganizzazione che punta ad avvicinare il Centro ai bisogni e ad alleviare di conseguenza i disagi, fisici ed economici derivanti dai lunghi spostamenti. Segnalo anche il raggiungimento di un altro importante obiettivo che è quello della salvaguardia dei posti di lavoro degli operatori del Centro Aias. Siamo soddisfatti – ha concluso l’assessore Martorano – di aver determinato tempestivamente, con l’accordo unitario dei sindacati, la conclusione della vertenza”.

Soddisfazione condivisa pienamente dai sindacati che hanno sottoscritto l’intesa “raggiunta – hanno affermato – dopo un anno e mezzo di trattativa regionale e che coniuga le aspettative, innanzitutto degli utenti portatori di gravi disagi di disabilità, in particolare sul territorio. Coniuga altresì la possibilità di risolvere in maniera definitiva le problematiche di grave disagio economico dell’azienda Aias che avevano determinato già cinque licenziamenti e messo a rischio altri 21 posti di lavoro. L’accordo – concludono Cgil, Cisl, Uil e Fials – seppure proiettato nel tempo permetterà all’Aias l’equilibrio economico e contestualmente il mantenimento dei livelli occupazionali e il recupero delle cinque mensilità arretrate vantate dai lavoratori del Centro”.

Esito positivo anche a parere dell’Aias, espresso dal presidente di Potenza Gerardo Grippo: “Come operatori del Terzo Settore – ha dichiarato – giudichiamo molto positiva l’intesa perché ha tenuto conto delle necessità e particolarità dell’utenza servita. Sarà possibile garantire la presenza diffusa sul territorio e agevolare così i giovanissimi portatori di handicap e le loro famiglie”.

Il documento sottoscritto prevede, in particolare, di ampliare l’offerta delle prestazioni in regime semiresidenziale così come di seguito specificato:

ulteriori 10 posti in aggiunta ai 15 già esistenti in regime semiresidenziale con intervento riabilitativo estensivo presso il Centro di Potenza, di cui 5 dal 1.1.2011 e 5 dal 1.1.2012;

15 posti in regime semiresidenziale con interventi riabilitativo estensivo al Centro Aias di Sant’Arcangelo, di cui 8 dal 1.1.2011 e 7 dal 1.1.2012;

15 posti in regime semiresidenziale con interventi riabilitativo presso il Centro Aias di Scanzano Jonico, località Terzo Cavone, di cui 8 dal 1.1.2011 e 7 dal 1.1.2012.

L’intesa raggiunta comprende anche la realizzazione e gestione da parte dell’Aias di un Centro semiresidenziale socio/riabilitativo per disabili ultra venticinquenni già assistiti dall’Aias in regime di assistenza semiresidenziale, per i quali si ritiene completato il processo di recupero, ma nel contempo si rende necessario mantenere il livello di autonomia acquisito per la migliore conservazione possibile del benessere psicofisico e di perseguire l’inserimento nei diversi cicli della vita sociale.

Maf