SOCCORSO ALPINO, LA SCHEDA DELLA CONVENZIONE

punti apici 15.06.2012 ore 16:33
AGR
AGR Per interventi di soccorso alpino e speleologico in ambiente impervio ed ostile è stata sottoscritta la convenzione tra la Regione Basilicata, l’Asp e il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico – (C.N.S.A.S.) Basilicata.

La Regione nell’accordo s’impegna ad assicurare le direttive per gli interventi di soccorso nei confronti di pazienti o infortunati e l’integrazione per il rafforzamento della rete regionale dell’emergenza/urgenza in quanto entità organizzativa complessa di integrazione funzionale fra strutture ospedaliere ed extraospedaliere, mentre l’Asp di Potenza, attraverso il Dipartimento interaziendale regionale per l’emergenza sanitaria (Dires), s’impegna ad assicurare al Cnsas Basilicata il coordinamento della centrale operativa regionale per l’emergenza sanitaria, la disponibilità di mezzi del servizio di soccorso sanitario regionale, il coordinamento con altri soggetti istituzionali presenti sul territorio con funzioni di intervento nei casi di emergenza o di protezione civile, il concorso ad iniziative e progetti che abbiano lo scopo di migliorare la sicurezza di chi frequenta e dei residenti nel territorio montano.

Dal canto suo il Cnsas, attraverso la delegazione regionale, si impegna ad effettuare su richiesta della centrale operativa del Dires e sotto il coordinamento della stessa, gli interventi di soccorso, oltre a fornire il supporto tecnico nelle attività di protezione civile, garantire la formazione, la qualificazione e l’addestramento del personale sanitario. S’impegna altresì a non gestire in proprio eventuali chiamate dirette di soccorso, ma di attivarsi affinché l’utenza si rivola alla centrale operativa del 118.

Entro il 31 gennaio di ogni anno l’associazione dovrà trasmettere all’Asp la relazione delle attività svolte e le spese effettivamente sostenute nell’anno precedente oltre al programma degli interventi operativi per l’anno in corso corredato dal piano finanziario. La convenzione avrà validità due anni.

Idm