STAMINALI, MARTORANO: “GARANTITO DIRITTO ALLA SALUTE”

punti apici 17.09.2012 ore 13:24

L’assessore regionale alla Salute commenta la decisione del giudice di Matera sulla vicenda del piccolo Daniele, sottoposto a cure staminali

AGR
AGR “Apprendo con gioia la notizia della decisione del giudice di Matera che ha accolto il ricorso presentato dal legale della famiglia Tortorelli. Il piccolo Daniele, a cui va il mio sincero abbraccio, potrà continuare a sottoporsi alle terapie interrotte a Brescia e a sperare in ulteriori miglioramenti”.

Così l’assessore alla Salute della Regione Basilicata, Attilio Martorano, ha commentato la sentenza del giudice di Matera che, accogliendo il ricorso d’urgenza presentato dal legale della famiglia Tortorelli, ha annullato lo stop alle cure a base di cellule staminali imposto dal Tar di Brescia per il piccolo Daniele - il bambino materano di cinque anni affetto dal morbo di Niemann-Pick e costretto ad alimentarsi con un sondino nasogastrico – autorizzando il ripristino temporaneo delle terapie.

“Al di là delle discussioni di natura deontologica e scientifica sull’opportunità di somministrare o meno cure sperimentali come quelle che interessano il piccolo Daniele – ha detto Martorano - non bisogna perdere di vista che il diritto alla salute va tutelato e garantito in tutte le forme e per ogni cittadino. Il diritto alla salute è imperativo, imprescindibile e inalienabile. Sono vicino ai familiari di Daniele in questo delicato momento ed esprimo apprezzamento per la tenacia e la dignità con cui hanno condotto questa battaglia legale”.

zac